Visita guidata alla mostra

CANOVA e THORVALDSEN

La nascita della scultura moderna

Milano Gallerie d’Italia

domenica 26 gennaio 2020

La grande mostra Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna alle Gallerie d’Italia rappresenta una straordinaria occasione: la prestigiosa collaborazione con il Thorvaldsens Museum di Copenaghen e il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, il contributo di prestiti fondamentali concessi da importanti musei italiani e stranieri, ma anche da esclusive collezioni private, hanno reso possibile confrontare, per la prima volta in una mostra, i due artisti, seguendoli nel loro affascinante percorso biografico e creativo.

Entrambi erano attivi a Roma, tra la fine del ‘700 e i primi 20 anni dell’800, con due botteghe all’avanguardia sia per abilità tecnica sia per la grande capacità imprenditoriale.

I due scultori, ben presto rivali, si sfidarono sugli stessi temi e sulle stesse figure mitiche, (come Amore e Psiche, Venere, Paride, Ebe, le tre Grazie), dandone ciascuno la propria originale interpretazione. Si trattava delle figure dell’antica mitologia che rappresentavano nell’immaginario collettivo occidentale l’incarnazione dei grandi temi universali della vita e della morte, come il breve percorso della giovinezza, l’incanto della bellezza, le lusinghe e le delusioni dell’amore.

A Canova, il più anziano dei due, spetta il primato nell’aver rivoluzionato le tecniche e lo stesso approccio alla scultura, riportandola in primo piano nel segno del confronto – ma al tempo stesso del superamento – con l’antico. Canova fu capace di creare figure levigate caratterizzate da una purezza ed armonia assolute, venendo per questo esaltato da intellettuali coevi e celebrato in vita addirittura come “il nuovo Fidia” .

Guardando a lui, il danese Thorvaldsen si ispira ad un’idea più austera della classicità; fedele ai principi enunciati da Winckelmann, avvia una nuova stagione dell’arte nordica ispirata alle civiltà mediterranee.

Ordinate in 17 sezioni, le 150 opere esposte, provenienti dai più prestigiosi musei, permettono di comprendere bene come la modernità affondasse le sue radici nel mondo classico.

Programma

Ore 8.15 partenza da Albate (Rotondello di Trecallo; piazza don Tarticchio; distributore di via Canturina vicino a piscina: segnalare cortesemente all’atto dell’iscrizione)
Ore 9.20 arrivo a Milano, piazza della Scala; tempo per un caffè;
ore 10.00 incontro alle Gallerie d’Italia con le guide (dott.ssa Nebuloni, Muse & Musei)
Ore 10.15 ingresso 1° gruppo;
ore 10.30 ingresso 2° gruppo
Ore 12.30 fine visita guidata
Ore 12.45 ritrovo in piazza della Scala; partenza da Milano
Ore 13.45 circa arrivo ad Albate​

guida: dott.ssa Anna Nebuloni ( Muse & Musei )

Post Navigation