Agorà, incontri culturali albatesi, organizza per Domenica 13 febbraio una visita guidata al Museo del Novecento a Milano
La visita guidata ha come guida eccezionale il curatore dell’allestimento arch. Fabio Fornasari, per le opere esposte la dott.ssa Anna Nebulosi.
L’ingresso è previsto per le h. 14.30.
I posti sono limitati.
Informazioni e prenotazioni:

MARIA  349.60 30 140

email albateagora@gmail.com                                  

                                  

 

Il Museo del Novecento di Milano è una galleria predisposta all’esposizione di opere d’arte del XX secolo ospitata all’interno del Palazzo dell’Arengario di Milano ed è stata inaugurata il 6 dicembre 2010.

I lavori solo di ristrutturazione sono stati effettuati a cura di Italo Rota e Fabio Fornasari, per un costo complessivo di circa 28 milioni di euro
La facciata dell’Arengario ha subito soltanto un restauro conservativo, mentre i lavori di modernizzazione si sono svolti all’interno, completamente modificato rispetto alla condizione originale. Gli obiettivi dichiarati erano quelli di fornire un percorso museale in grado di sfruttare appieno gli spazi offerti dall’ex edificio; per fare ciò all’interno è stata inserita una rampa a spirale per la risalita, la quale accompagna i visitatori fino alla terrazza panoramica direttamente dalla fermata della  metropolitana.

La piazza del Duomo è ovviamente visibile dalla terrazza, ma anche dallo scalone grazie ad un’ampia vetrata e da un balcone coperto.

Il museo inoltre è collegato a Palazzo Reale tramite una passerella esterna sospesa. Gli scavi eseguiti preliminarmente per la sistemazione del cortile interno hanno portato alla luce reperti archeologici, i quali verranno probabilmente esposti nel museo stesso dopo gli opportuni restauri.

Dati tecnici
-Area totale: (mq 8.500 ca.) :Arengario: (mq 7.000 ca.), Palazzo Reale: (mq 1.500 ca.)
-Area espositiva: (mq 5.000 ca.) : Arengario: (mq 3.500 su tre livelli), Palazzo Reale: (2º piano mq 1.500)
-Area dedicata ai servizi: Arengario: bar, ristorante, biglietteria, spazio didattico, servizi igienici (mq 1.800 ca.),
Depositi: (mq 550 ca.) : Arengario: (mq 430 piano terra), Palazzo Reale: (mq 120 ca.)
-Uffici: Palazzo Reale (mq 400)
-Archivi del Novecento: Palazzo Reale (mq 300 ca.)
-Locali Tecnici: Arengario (mq 1.000 ca.)

Le opere
Per gli organizzatori, il museo nasce con lo scopo di diffondere la conoscenza dell’arte del Novecento per generare pluralità di visioni e capacità critica  »
Sono  esposte circa quattrocento opere selezionate tra le quattromila a disposizione delle Civiche Raccolte d’Arte milanesi, molte provenienti dalla collezione Jucker. questi dipinti sono stati esposti dal 1984 al 1999 nella sede di Palazzo Reale, in via del tutto provvisoria.

Sotto questo punto di vista il Museo del Novecento colma una lacuna storica, essendo mancato da sempre un centro fisso per l’esposizione di questi lavori, in una città come Milano che è stata culla di basilari movimenti artistici del Novecento Sono esposti dipinti di differenti periodi artistici, dal Futurismo alla Metafisica e la Transavanguardia, i gruppi di Milano, Roma e Torino e l’arte Povera.

Si potranno ammirare opere di Pellizza da Volpedo, Boccioni, Modigliani, De Chirico, Sironi, Fontana e molti altri.

Tra le particolarità bisogna citare un’opera di Fontana creata nel 1956; si tratta di un intero soffitto realizzato per l’Hotel del Golfo a Procchio, all’Isola d’Elba.

L’enorme lavoro è stato in deposito al Comune di Milano, che ne ha approfittato per esporlo all’ultimo piano del Museo

Cfr. Wikipedia, Museo del Novecento

Post Navigation