Il sesto e ultimo appuntamento di “Leggevamo ad Albate ” serata organizzata dall’Oratorio S. Giovanni Bosco ,  si è svolta presso la Sala del camino del centro parrocchiale venerdì 12 aprile.
Don Alessandro Casartelli, vicario della parrocchia S. Antonino di Albate, ha rivolto un saluto a tutti i presenti. Parlando della serata ha ricordato come purtroppo ora siamo  tutti poco abituati ad ascoltare , e in special modo i nostri ragazzi che leggono troppo poco, poco stimolati dalla scuola, dalle famiglie,  ma che questa nuova esperienza può aiutare  ad un rinnovato modo proprio di ascoltare.
La serata  di lettura è iniziata con Fiorenzo che ci ha letto un brano del libro “Aspettando al semaforo” , biografia di Enzo Iannacci  ,recentemente scomparso, scritta dal figlio Paolo. Successivamente  Pierangela ha presentato un divertente episodio tratto dal libro “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” di Luis Sepúlveda che racconta le vicende di due grandi amici : un gatto cieco (Mix) e il topo (Mex).

Guido, frequentatore assiduo di Leggevamo, ha sorpreso  tutti i presenti. Infatti , presentando anche lui un libro su Enzo Iannacci e in particolare sulle canzoni da lui scritte, non ha mancato di cantarne qualcuna, iniziando da “L’Armando” e concludendo con “Ho visto un re” accompagnato nel canto anche dal pubblico .

Andrea ci ha letto un capitolo  dei “Pirati dei Caraibi” di Paul Butel facendoci immaginare mari e paesi lontani ripercorrendo gli inizi dell’epoca d’oro della pirateria , fenomeno che non smette di colpire il nostro immaginario.

Giovanna  ha proposto “Ogni cosa alla sua stagione” di Enzo Bianchi dove viene raccontata l’importanza del “Tavolo” come importante arredo nella cucina di una volta , come luogo di accoglienza .

Nonostante fosse l’ultimo incontro, abbiamo avuto una seconda sorpresa, dopo le canzoni di Guido. Infatti  Rosella ed Enzo che nei precedenti incontri avevano singolarmente proposto letture, in questa occasione, in coppia , ci hanno letto di William Shakespeare, Romeo e Giulietta ( atto II scena II).

Di seguito Flavio ha letto un divertente brano da “Il pellicano di Blandigs” di Pelham Grenville Wodehouse che racconta come la pace di Lord Emsworth al Castello di Blandings viene turbata da arrivi spiacevoli.

Infine Franca e Piergiorgio hanno concluso con la tradizionale lettura de “I Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni, presentando questa volta il capitolo 23 che racconta della  conversione dell’Innominato.
Da parte degli organizzatori un ringraziamento a tutte le associazioni che hanno aderito a questa nuova iniziativa albatese: Agorà, incontri culturali albatesi, Club Amici di Trecallo, Istituto comprensivo Como-Albate, Gruppo Alpini Albate, Oratorio S. Giovanni Bosco e Unione Circoli Cooperativi.
L’idea originale di condividere la passione della lettura e collaborare con più associazioni del territorio, ha dato risultati comunque positivi nei limiti della prima edizione.
Un ringraziamento indistintamente a tutti; organizzatori, associazioni. musicisti, lettori ed ascoltatori.
Sicuramente “Leggevamo ad Albate” verrà riproposta anche per il prossimo anno magari coinvolgendo altre associazioni: ogni nuova idea e proposta sarà occasione per migliorare ed ampliare “Leggevamo ad Albate II edizione”.

Un grazie a
quelli che…per amore della lettura si sono messi in gioco leggendo il proprio brano preferito
quelli che…hanno messo a disposizione il proprio spazio associativo per l’iniziativa “Leggevamo …ad Albate”
quelli che…hanno organizzato gli incontri di lettura
quelli che…hanno pubblicato sul proprio sito internet e social network, foto e video della manifestazione
quelli che…hanno fatto foto e video
quelli che…arrivederci alla edizione del 2013-2014

 

 

Post Navigation