Verbale Assemblea annuale ordinaria
9 Maggio 2013

Assemblea ordinaria soci Agorà incontri culturali albatesi
La Presidente Montorfano saluta i presenti e , come primo punto all’ ordine del giorno, chiede che venga nominato il presidente di assemblea. Propone Giovanni Caspani la cui nomina è approvata dall’assemblea.
Caspani ringraziando l’assemblea , saluta i presenti e propone come segretario Flavio Pedretti.
Viene comunicato che sono presenti 18 soci + 7 deleghe che si allegano al presente verbale.
Il presidente successivamente da la parola a Maria Montorfano che relaziona sul 2 punto all’ordine del giorno che comprende la relazione morale dell’anno 2012 e le proposte di attività per il corrente anno.
Il Presidente Caspani commentando positivamente la esauriente relazione morale passa la parola alla Tesoriera Collini che relazione sul bilancio consuntivo 2012 e preventivo 2013.
Viene lasciata quindi la parola ai soci presenti per richieste , delucidazioni ed eventuali proposte.
Flavio Pedretti da notizie del sito www.agoralbate.it  che ha subito due intrusioni ed è per ora irraggiungibile. Si sta lavorando per risolvere il problema nel minor tempo possibile. Invita i soci a dare consigli e proposte per il sito associativo.

Caspani ricorda la bella iniziativa di Leggevamo ad Albate che ha coinvolto diverse Associazioni.
Il parroco Don Antonio Fraquelli da il suo saluto a tutti i presenti e ricorda alcune iniziative:
-domenica 12 maggio raccolta firme dopo le S. Messe per “Uno di Noi” iniziativa europea a favore della piena Umanità degli embrioni.
Si complimenta per il libro Le Chiese in Albate e Trecallo – storia , arte, fede edito dalla nostra associazione.
Ricorda che il 28 maggio ci sarà la visita di Mons. Italo Mazzoni in preparazione della visita Pastorale del Vescovo in data 16-17 novembre.
Ricorda anche la prima Messa di Don Stefano Ferrari in data 8-9 giugno
Terminati gli interventi il presidente pone ai voti la relazione morale e finanziaria che vengono ambedue approvate all’unanimità dalla assemblea.

Nelle vari ed eventuali la Presidente Montorfano, ricorda i prossimi appuntamenti:
-13/05 Visita Como notturna alle ore 20.15
-23/05 Visita la Museo Archeologico
-19/05 Visita guidata alla mostra “la città nuova”
-24/05 Visita guidata alla mostra “la città nuova”
-02/06 Visita guidata alle Cascine Albatesi
-11/06 Origine dell’Arte Paleolitico in Europa
Vengono proposte dai presenti dell’Assemblea attività quali:
-a Verona i occasione del festival lirico (attività già effettuata negli anni precedenti)
-promozione al festival Lirici del Teatro Sociale di Como
-proposte per spettacoli teatrali a Milano
Prima delle chiusure vengono donati ad alcuni soci, alcune pubblicazioni donateci dalla Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù che da diversi anni sostiene la nostra associazione.

Nulla essendovi l’assemblea viene chiusa alle ore 22.30

Il presidente                                            Il segretario
Caspani Giovanni                                        Flavio Pedretti

 

RELAZIONE MORALE SULL’ATTIVITA’ ANNO 2012

Buonasera a tutti,
vi ringrazio a nome mio personale e di tutto il consiglio per essere intervenuti a questa assemblea annuale dei soci, perchè per un’associazione è sempre un  momento importante e significativo.
La nostra associazione opera nel territorio albatese puntando ad  alcuni filoni importanti di attività in ottemperanza agli obiettivi del proprio statuto.
Per questo e per l’attività intensa svolta, la nostra associazione nell’anno 2011 ha ottenuto l’iscrizione nel registro provinciale delle Associazioni di promozione sociale, al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati e di terzi con l’obiettivo di valorizzare il territorio ed organizzare eventi che creano occasioni di incontro e scambio culturale e sociale.
Questo ha consentito di dare rinnovato impulso alla nostra attività a cui hanno molto giovato tre strumenti:
uno di tipo metodologico interno al Direttivo: l’organizzazione del lavoro per competenze:
la nostra è una squadra ben collaudata, che può avvalersi di capacità personali e ambiti tecnici precisi; competenze specifiche che ben si intrecciano e consolidano nel predisporre le varie iniziative, che oggi sono sempre più complesse.
Nel corso del 2012 abbiamo infatti definito un prospetto organizzativo interno che rende più fluida l’attività del direttivo e risponde alle necessità con meccanismi di autonomia personale ben inseriti nel gioco di squadra che permette ad una associazione tutto sommato piccola come la nostra di raggiungere traguardi notevoli.
Gli altri due strumenti sono riferiti all’ambito più specifico della comunicazione di cui ci rendiamo conto quanto sia importante per coinvolgere sempre di più le persone al nostro lavoro; mi riferisco al sito e alla possibilità di invio delle nostre comunicazioni, utilizzando una ben guarnita mailing list (grazie a Giovanna che la segue con attenzione)
Il sito è la vetrina e nello stesso tempo la memoria storica condivisa delle nostre attività, su questo chiedo poi a Flavio che è l’assiduo curatore di spiegarne le problematiche anche recenti.
Su questi tre elementi di criterio generale, ci siamo mossi con la consueta vivacità culturale.
Le attività dello scorso anno hanno spaziato in vari ambiti, proprio perchè è una nostra caratteristica, sia per dare stimoli ampi dal punto di vista culturale e aggregativo, sia per coinvolgere un maggior numero di persone.
L’impegno di tutto il direttivo è stato notevole e per la progettazione e, come dicevo prima, per la realizzazione del percorso, ma siamo confortati da una buona rispondenza di partecipanti che hanno condiviso le nostre scelte.
Questo ci stimola a continuare, anche con la vostra collaborazione, nella ricerca di nuove proposte.
Troverete sul foglio consegnato l’elenco cronologico delle attività, individuarle per ambiti aiuta a comprendere lo spessore di questo impegno, sostenuto da motivazioni ben definite:

In ambito artistico
ricordo le varie visite guidate:
-alla mostra : “La dinasta Brueghel “ di Villa Olmo con la partecipazione di cinque gruppi;
-a Bergamo alta e alle Chiese di S:Spirito e San Bernardino;
-Galleria  d’Italia e alle radici del Duomo di Milano;
-Basilica di S.Abbondio e al chiostro;
-Villa Carlotta e Villa Melzi
esse rispondono bene a quell’idea di cultura diffusa che è nelle nostre corde, non solo statutarie: consentono di approfondire tematiche culturali impegnative, approfondirle dal vivo con la conoscenza diretta di luoghi e iniziative d’arte che danno la dimensione della varietà di espressione del genio umano e inoltre danno il piacere della scoperta insieme.
Mi piace infatti ricordare il clima di simpatia e di soddisfazione che si ingenera sempre nei gruppi che partecipano alle visite guidate  (in cui, va detto, spesso è possibile fare la proposta di associarsi ad Agorà a persone nuove.

In ambito musicale con i concerti:
-nella Chiesa di Trecallo
-in Parrocchia per la festa di ottobre con l’organista Alessandro Picchi
-il concerto di Natale con il coro di voci bianche “La Fenice” la famiglia Sala e l’arpista Motoko Tanaka;
In questo ambito abbiamo avuto la disponibilità di artisti di notevole caratura (il Maestro Picchi, la famiglia Sala, l’arpista Tanaka appunto, ma mi piace ricordare in particolare la presenza di Nikolina Pinko, soprano dalle straordinarie doti vocali, che ritaglia ogni anno uno spicchio di tempo tra i suoi molteplici impegni internazionali, per continuare a vivere quell’amicizia che da cinque anni la lega con l’Italia e con la nostra Albate.
Nel 2012 ben due concerti con noi : uno sul territorio a Trecallo in collaborazione con il Club Amici di Trecallo e l’altro nella basilica di San Fedele, una basilica  stracolma di persone attente sia al percorso musicale sia alla finalità benefica del’iniziativa.
Il concerto infatti è stato promosso per raccogliere fondi per i progetti della Caritas Diocesana in Emilia Romagna (per inciso sono stati raccolti euro 1519)
Ancora per l’ambito musicale, con lo scopo di approfondire sul versante musicale aspetti significativi della storia della musica, ricordiamo le tre serate “Percorso di ascolto alla musica “ tenuti dal prof. Lamon, esperto, competente ed anche immediato nel proporre le varie tematiche.

Ambito culturale
Mi piace ricordare sempre come uno dei tratti significativi della nostra  associazione è quello dell’intreccio collaborativo con le altre associazioni presenti in Albate
Ne è un esempio emblematico l’iniziativa “Leggevamo in Albate” letture condivise all’insegna del piacere di leggere e condividere la passione della lettura.

Ambito storico
-le visite guidate nel territorio (Cascine albatesi, Monte  Goi, Valbasca e ex cava di Camerlata
-Mostra sulle orme di Padre Giuseppe Ambrosoli
Come da tradizione ricordo l’animazione della festa di S:Antonino e l’arte dei Madonnari, il concorso presepi che rappresenta una iniziativa di coinvolgimento dei ragazzi e il calendario 2013.
Lo scorso anno si è inoltre caratterizzato per due grosse iniziative che  spiccano per spessore e importanza : la prima riguarda la pubblicazione “Le Chiese in Albate e Trecallo – storia arte e fede” che ha coinvolto due anni intensi di ricerca d’archivio con  l’ausilio del docente di arte Prof.Alberto Rovi.
Il volume pregevole e ben corredato di materiale documentario e fotografico, curato con coordinamento attento dalla prof. Franca Aiani, prosegue nella ricerca storica di cui Agorà si è fatta maestra nel nostro territorio (è questo il sesto della serie, a riprova di una passione che si fa testimonianza per le future generazioni di un patrimonio storico e di vita importante) Era stato progettato come dono alla comunità albatese per i 35 anni di vita di Agorà e certamente rappresenta un modo tangibile per ricordare il proprio impegno culturale; interessante rimarcare che esso è stato pubblicato per le edizioni Agorà avvalendosi della stampa della Ditta Tagliabue, albatese,
Forse è il caso di pensare a come festeggiare il prossimo anniversario quello dei 40 anni.
L’altro cospicuo progetto andato a buon fine nel 2012 riguarda la partecipazione per  la prima volta al bando regionale ex lege 2008 per l’associazionismo, il nostro progetto “Carte d’identità” è stato selezionato tra i vincitori e quindi godrà di un contributo significativo di 5000 euro, che non copre i costi dell’intero progetto ma consente di attivare iniziative che altrimenti non potremmo permetterci (quello dei finanziamenti alle associazioni – e quindi anche a noi- è davvero un problema se si vuole fare qualcosa di significativo.)
Il progetto ha il titolo “carte d’identità” e si propone di studiare le carte topografiche per trarne materiale ed informazioni sulle condizioni di vita della popolazione albatese. Esso si compone di varie tappe: lo studio delle carte topografiche presenti nell’archivio di Stato di Como che con questo progetto sono digitalizzate per consentire lo studio più ampio agli interessati, la ricerca e ,l’approfondimento sempre in archivio dei toponimi presenti nelle carte conservate; serate e visite guidate sui luoghi  che hanno conservato toponimi di cui vengono spiegate le etimologie, ricerca dei toponimi della tradizione contadina.  Un insieme affascinante che ha coinvolto in questi mesi molte persone, ma sopratutto ha coinvolto varie associazioni, non solo a livello locale (gli Alpini sempre vicini,  il Club Amici di Trecallo) ma anche “cittadini” la Società Archeologica, la Storica, la Famiglia Comasca, ed anche Enti importanti come il Comune di Como, Assessorato Cultura e l’Archivio di Stato, ciascuno invitato a collaborare a seconda del proprio ruolo e competenza.
Del resto uno dei requisiti per poter avere “maggior punteggio” nel bando è proprio la capacità di fare sinergia e collaborazione in rete tra gruppi. Questo progetto c’è riuscito pienamente anche in corso d’opera: si è aggiunta infatti anche la scuola primaria di Via Acquanera con una classe terza che ha lavorato per due mattinate sulle carte geografiche di Albate. Le abbiamo significativamente chiamate mattinate per….giocare a  carte.
Un gioco che diventa acquisizione di conoscenza e di competenze, ma sopratutto, ci auguriamo di sensiìbilità delle giovani generazioni al nostro territorio.
Per il 2013 il Direttivo ha voluto seguire la traccia consolidata, ma il programma è aperto alle proposte dei soci.
Nel 2009 sono stati 9 gli incontri del direttivo.
Abbiamo incrementato il numero dei soci  da 56 del 2011 a 80 del 2012 con 9 soci onorari.
Come per lo scorso anno la Cassa Rurale e Artigiana di Cantù ci ha fatto omaggio di alcuni libri che al termine di questa serata verranno estratti a sorte fra voi soci che siete intervenuti a questa assemblea.
Alla Cassa Rurale ed a tutti  gli sponsor un particolare ringraziamento per il sostegno economico alla nostra associazione.
Da ultimo un ringraziamento a tutto il direttivo e a Luigi che ci fornisce un supporto straordinario nella parte fotografica e d’archivio.

Per il bilancio la tesoriera illustrerà  a seguire il bilancio consuntivo dell’anno 2012 e preventivo per l’anno 2013

 

Como, lì  22 Aprile 2013

Oggetto: convocazione assemblea ordinaria

Gentile Socia, Egregio Socio,
con la presente comunico che è convocata l’assemblea ordinaria dei soci di Agorà – incontri culturali albatesi che si terrà presso il salone del Centro Parrocchiale di via S. Antonino n. 47, in prima convocazione, il giorno 9 maggio 2013 alle ore 7,00 ed in seconda convocazione il giorno 9 maggio  2013 alle ore 21,00 con il seguente ordine del giorno:
1.    Nomina del presidente e del segretario dell’assemblea;
2.    rendiconto delle attività svolte nell’anno 2012 e presentazione del programma delle attività per l’anno 2013;
3.    esame ed approvazione del consuntivo finanziario 2012 e del bilancio preventivo 2013;
4.    varie ed eventuali.

Ai sensi dello statuto, ricordo che il socio può intervenire all’assemblea ed ha diritto di voto attivo e passivo, se in regola con il versamento della quota associativa annuale. Pertanto, comunico che è aperto il tesseramento (quota associativa € 10,00) per l’anno sociale 2013 e che, anche prima dell’inizio dell’assemblea, sarà possibile rinnovare la propria iscrizione per l’anno in corso.
Lo statuto prevede altresì la possibilità di farsi rappresentare in assemblea, mediante delega scritta rilasciata ad altro socio. Ogni associato può essere portatore di una sola delega.
In attesa di incontrarci personalmente, porgo cordiali saluti.
La Presidente
Maria Montorfano

Post Navigation