Non è stato facile trovare sue foto: da persona riservata difficilmente si poneva in primo piano.

Ma se c’era bisogno di qualche cosa di pratico, una delle tante cose indispensabili nell’attività di un’Associazione, Giuseppe c’era sempre: attento, disponibile, concreto.

Da persona profondamente buona e mite, con semplicità ha dato il suo impegno in Agorà, di cui aveva con grande spirito di servizio accettato l’incarico di presidente nel 2001.

Così lo ricordiamo, ancora presi dalla commozione e dal groppo alla gola di non averlo più al nostro fianco, almeno qui in terra.

Perché siamo certi che Giuseppe, che in questo momento sta contemplando in Cielo il Redentore, non mancherà di far sentire all’Agorà il suo incoraggiamento e la sua saggezza.

A Dio, Giuseppe, a Dio!

Post Navigation