Non chiamatelo “calendario”, per noi è qualcosa di più.

E’ un appuntamento che ci accompagna anno dopo anno, dal lontano 1999.

E’ un modo per sentirci più vicini a voi e per entrare ogni giorno nelle vostre case con le immagini della nostra cara Albate.

E’ un modo per riscoprire angoli noti e meno noti del nostro territorio, per mantenere viva la storia e le tradizioni.

Ad accompagnare la presentazione, i brani dialettali recitati e cantati dall’Associazione Artistico Culturale Spindler, che abbiamo avuto modo di conoscere lo scorso febbraio con la riuscitissima serata dedicata alla lettura di alcuni passaggi de “I promessi sposi” di Piero Collina.

Per chi non avesse presenziato, QUI trovate le foto della serata!

 

Post Navigation